"Cerchi qualcosa?"...  "Sì!...  Il vuoto!"

Ma perchè bisogna per forza pensare di capire sempre? I fisici hanno impiegato secoli per arrivare a conclusioni che in fondo non sappiamo ancora per certo essere vere, perchè dare sempre e comunque certezze? Il "Vuoto"... siamo sicuri di sapere di cosa stiamo parlando?

    im3Che senso ha definire con uno zero qualcosa che non c’è? Se non c’è perché mai occorre definirlo… im2
   Ma parliamo di qualcosa che c’è. C’è... dove? E’ dentro qualcosa o non sta proprio dentro nulla? E lì che cosa fa? Si muove? Ma perché qualcosa dovrebbe muoversi nel vuoto? Non sembra anche a voi che, nel vuoto, ogni luogo sia identico ad ogni altro in ogni direzione, non c’è né su, né giù e quindi i corpi non avrebbero motivo per muoversi?
   Cerchiamo di essere pratici: prendiamo una bottiglia senza tappo e facciamo sul fondo un po’ di buchi. Immergiamola in una bacinella piena d’acqua, la bottiglia si riempie. Al momento di estrarla poniamo un dito al posto del tappo per chiudere perfettamente quell’apertura, e solo allora estraiamola dalla bacinellaim. Miracolo… l’acqua non esce dai buchi sul fondo, ma se tolgo il dito…. l’acqua esce. Ma cosa succede, perché dai buchi del fondo non esce acqua o esce solo se tolgo il mio dito messo al posto del tappo? Chi tappa i buchi del fondo? Che cosa si crea che ostruisce i buchi? C’è vuoto o non c’è? Ma che senso ha andare in giro con bottiglie per di più bucate...
   Il problema è che credevo di sapere che un buco è vuoto e non pieno e che la materia c’è o non c’è…insomma ho un po’ di confusione… Forse allora il vuoto non c’è, forse solo oltre l’universo c’è vuoto, o forse no? Ma parlo dello stesso vuoto che c’è tra due oggetti in mezzo ai quali non c’è niente? Ma di quale niente parlo?
   Vuoi vedere che tutte queste strane idee mi vengono da un mondo al di là di tutto, un mondo in cui le cose non ci sono più e ci sono solo numeri, matematica, pensieri…
   E’ questo mondo che mi costringe a pormi tutte queste domande? Ma che mondo è? E’ vuoto o no? Oddio non ne posso più la mia testa ormai è completamente vuota… e chissà poi cosa vuol dire… (annalisa tuppini)